MoVimento 5 Stelle Molise
Cifra restituita dall'inizio della XII legislatura

Patrizia Manzo

Patrizia Manzo
Vicepresidente del Consiglio regionale,
componente della IV Commissione - Sanità, Servizi sociali, Turismo e Formazione
Laureata in Scienze Statistiche Demografiche e Sociali all’Alma Mater Studiorum - Università di Bologna. Mi sono occupata di analisi, ricerca e monitoraggio dell'economia molisana nell’Ufficio Studi e Ricerche dell’Unioncamere Molise. Nel 2013 sono stata eletta in Consiglio regionale con la lista MoVimento 5 Stelle e sono stata componente della II Commissione, Sviluppo economico, e della IV Commissione, Politiche sociali.

Sono stata membro del Comitato consultivo sul fenomeno del gioco d'azzardo, e relatrice in aula del Piano regionale contro la violenza sulle donne e della legge istitutiva del Registro tumori.

Nei cinque anni scorsi mi sono occupata di diverse tematiche che ora possiamo portare avanti con maggiore forza: costi della politica, vitalizi, acqua pubblica, tutela del territorio contro le trivellazioni, attuazione di un piano regionale per le cave, tutela del paesaggio, acquedotto molisano centrale per garantire acqua sorgiva ai cittadini del Basso Molise, piano regionale per le società partecipate.

Sono stata prima firmataria della proposta di legge per regolamentare le forme di partecipazione popolare previste dallo Statuto Regionale, della proposta per l’istituzione di un’Anagrafe dei rifiuti e di una norma di modifica della legge regionale che disciplina le nomine negli organi di controllo e di indirizzo politico di competenza della Giunta regionale e del Consiglio regionale, nonché di una proposta per la promozione della filiera della canapa industriale. Sono stata anche proponente della vigente legge regionale per l’istituzione della Banca della Terra.

Per anni sono stata attiva nel volontariato con la Lega Italiana Lotta Contro i Tumori con la quale in passato, in più occasioni, ho elaborato dati di mortalità e di incidenza tumorale del Distretto Sanitario di Termoli e Larino.

Somma accantonata
dall'inizio della XII legislatura
12060,66 €